Camera di Commercio di Genova | Voucher digitalizzazione 2019


Voucher digitalizzazione 2019




Riparte il Bando per usufruire dei i voucher per la digitalizzazione di Impresa 4.0 con lo scopo di far crescere la consapevolezza delle imprese sulle soluzioni offerte dal 4.0 e sostenere la digitalizzazione con interventi concreti.

 

Beneficiari

Le Micro o Piccole o Medie imprese aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Genova, Iscritte al Registro delle Imprese, in regola con il pagamento del diritto annuale e quanto indicato all’art 4 del Bando. 

 

Spese ammissibili

Gli interventi dovranno essere riconducibili a:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie previste dal Bando (all’art. 2, comma 3). Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili
  2. acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dalla data di pubblicazione della graduatoria. 

 

Entità del contributo

L’investimento minimo complessivo dovrà essere pari ad almeno € 1.000.
L’importo massimo ottenibile non potrà superare l’importo di € 3.000, a cui si può aggiungere :

  • euro 250 per le imprese in possesso del rating di legalità
  • una premialità di ulteriori euro 1.000,00
  1. alle imprese che presentano progetti  su cybersicurezza   

oppure

  1. alle imprese che fanno parte di uno dei circuiti “Artigiani in Liguria”, “Botteghe Storiche” o “Genova Gourmet” 

 

Fornitori 

  • Centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center  di cui al Piano Impresa 4.0, Parchi scientifici e tecnologici, Centri per l’innovazione, Tecnopoli, Cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali
  • Digital Innovation Hub (DIH) ed Ecosistemi Digitali per l’Innovazione (EDI)
  • Incubatori certificati
  • FABLAB
  • Centri di trasferimento tecnologico
  • Start-up innovative
  • ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione nell’ambito delle tecnologie abilitanti (deve fornite autodichiarazione)

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori. Non sono richiesti requisiti specifici per i soli fornitori di beni e servizi strumentali.

 

Presentazione delle domande

È fortemente consigliata, prima della presentazione della domanda, la compilazione del self assessment (SELFI 4.0) per verificare il proprio grado di maturità digitale e indirizzare al meglio la propria richiesta di voucher tra le tecnologie previste dal Bando.

Le domande  firmate digitalmente, dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma Web Telemaco - Servizi e-gov - Contributi alle imprese, dalle ore 8:00 del 18/04/2019 alle ore 21.00 del 15/07/2019. È prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Consulta le istruzioni per l’iscrizione a WebTelemaco e la richiesta di Voucher

ATTENZIONE: per completare la registrazione al sistema WebTelemaco sono necessari fino a 2 giorni lavorativi si consiglia quindi di evitare l’avvio della procedura di registrazione in prossimità della scadenza del bando.

 

Rendicontazione

La fase di rendicontazione va effettuata tramite il portale WebTelemaco, di seguito le Istruzioni di Rendicontazione. Gli allegati da caricare sono i seguenti (Art.13 del Bando): 

  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’art. 47 D.P.R. 445/2000 (LINK), firmata digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa, in cui siano indicate le fatture e gli altri documenti contabili aventi forza probatoria equivalente riferiti alle 10 attività e/o agli investimenti realizzati, con tutti i dati per la loro individuazione e con la quale si attesti la conformità all’originale delle copie dei medesimi documenti di spesa; 
  • copia delle fatture e degli altri documenti di spesa debitamente quietanzati; 
  • copia dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba., assegno, bonifico, ecc.); 
  • nel caso dell’attività formativa, dichiarazione di fine corso e copia dell’attestato di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo; 
  • una relazione finale firmata digitalmente dal Legale Rappresentante dell’impresa beneficiaria del voucher, di consuntivazione delle attività realizzate ed il Report di selfassessment di maturità digitale compilato “Selfi4.0” (test di autovalutazione che trovate a questo LINK) e/o il Report “Zoom 4.0” di assessment guidato, realizzato dai Digital Promoter direttamente presso la vostra azienda (potete contattarli per un appuntamento a pid@ge.camcom.it). 

 

Bando e allegati

Bando

Modulo di domanda

Modulo progetto

Procura dell’intermediario abilitato

Modello F23 relativo al versamento dell’imposta di bollo

dichiarazione “de minimis” della controllata e/o controllante dell’impresa richiedente

autodichiarazione ulteriori fornitori

graduatoria

Istruzioni di Rendicontazione

Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio

PUNTO IMPRESA DIGITALE

Responsabile: Paola Carbone
Indirizzo: Via Garibaldi, 4 - Piano terra
Telefono: 010 2704 262 – 263 – 264
E-mail: PID@ge.camcom.it
Indirizzo web: http://www.ge.camcom.gov.it///IT/Page/t01/view_html?idp=1667
Orario: Dal luned́ al venerd́ dalle 9 alle 17 (ora di pranzo su appuntamento)